Comune di Sant'Agata Feltria
Provincia di Rimini

Divieto di comunicazione istituzionale

Elezioni regionali 2014.

 

Divieto di comunicazione istituzionale.

 

Si sottolinea che l'art. 9 della Legge n. 28/2000 dispone che: dalla data di convocazione dei comizi elettorali (30 settembre 2014) e fino alla chiusura delle operazioni di voto (23 novembre 2014), è fatto divieto (1) a tutte le amministrazioni pubbliche (2) di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quella effettuata in forma impersonale ed indispensabile per l'efficace svolgimento delle proprie funzioni. Nel giorno precedente e in quelli stabiliti per le elezioni sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, la nuova affissioni di stampati, giornali murali o altri manifesti di propaganda. È consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici nelle bacheche poste in luogo pubblico, autorizzate precedentemente alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi; Nei giorni destinati alla votazione "è vietata ogni forma di propaganda elettorale" entro il raggio di duecento metri dall'ingresso delle sezioni elettorali. Il divieto stabilito dalla norma trascritta al par. 2 si estende all'area compresa, per tutta la circonferenza, nel raggio di 200 metri dall'ingresso delle sezioni elettorali.

(cfr. Cassazione penale, sez. I, 26 giugno 1989).

 

(1) Tale divieto si estende a tutte le forme di comunicazione e non solo a quelle realizzate attraverso i mezzi radiotelevisivi e la stampa. Sono quindi consentite le forme di pubblicizzazione necessarie per l'efficacia giuridica degli atti amministrativi. Si ritiene, inoltre, che siano da ritenere lecite le attività di comunicazione svolte in forma impersonale e le attività aventi carattere di indispensabilità per l'assolvimento delle funzioni proprie dell'organo e, in ogni caso, si ravvisa l'opportunità di far affidamento sui doveri di equilibrio e correttezza degli amministratori, sia nella scelta dei contenuti che delle forme della comunicazione.

 

(2)Le Pubbliche Amministrazioni sono da intendersi in senso istituzionale, riguardando gli organi che rappresentano le singole amministrazioni e non con riferimento ai singoli soggetti titolari di cariche pubbliche, i quali, se candidati, possono compiere, da cittadini, attività di propaganda al di fuori dell'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, sempre che, a tal fine, non vengano utilizzati mezzi, risorse, personale e strutture assegnati alle pubbliche amministrazioni per lo svolgimento delle loro competenze.

 

Si richiama l'attenzione sulle modifiche recentemente apportate dalla Legge di stabilità 2014 dettate dalla necessità del contenimento della spesa pubblica, che hanno disposto l'eliminazione della propaganda indiretta e la diminuzione degli spazi per la propaganda la diretta (circolare prefettizia prot.713/2014 - S.E. del 27/01/2014).

 

 
© 2005-2020 Comune di Sant'Agata Feltria - Gestito con docweb - [id]